Lorem ipsum proin gravida nibh vel velit auctor aliquetenean idelit sollicitudin, lorem quis bibendum auci elit consequat ipsutis sem.
1-677-124-44227

info@yourbusiness.com

184 Main Collins Street | West victoria 8007

Lorem ipsum proin gravida nibh vel velit auctor alique tenean sollicitudin, lorem quis.
Top

Un ricco 2019 di eventi food per Parma Unesco Creative City of Gastronomy

In programma Cibus Off, “Giardini Gourmet”, la “Cena dei Mille” che vedrà come guest chef il tristellato Norbert Niederkofler, e “Settembre Gastronomico”.

Milano, 12 febbraio 2019 – Il progetto Parma UNESCO Creative City of Gastronomy prende forma: è stato svelato ufficialmente il calendario degli eventi food in programma nella città ducale nel 2019, ai quali prenderà parte anche il Parma Quality Restaurants.

Si parte con Cibus Off (dal 6 al 14 aprile), in concomitanza con Cibus Connect, si prosegue con il ciclo di appuntamenti “Giardini Gourmet” (10-12 maggio e per i quattro weekend successivi e venerdì sera del mese di settembre), un format che abbina verde urbano, cucina d’autore e cultura. Il mese più ricco è quello di settembre, con “Settembre Gastronomico”: quattro settimane di eventi, dedicate ognuna a un’eccellenza made-in-Parma. Ad aprire idealmente questa kermesse sarà la Cena dei Mille (3 settembre) con guest chef il tristellato Norbert Niederkofler.

Parma UNESCO Creative City of Gastronomy, con il suo ricco calendario di eventi food, è un esempio virtuoso di progetto corale: a promuoverlo sono il Comune di Parma e la Fondazione Parma UNESCO City of Gastronomy, con la regia operativa di Parma Alimentare e dell’associazione “Parma, io ci sto!”. In concreto questi due attori stimolano il dialogo tra pubblico e privato, coinvolgendo al fianco delle Istituzioni realtà impegnate nella promozione della cultura gastronomica, dai Consorzi del Parmigiano Reggiano DOP e del Prosciutto di Parma DOP al Consorzio Parma Quality Restaurants, da ALMA – La Scuola Internazionale di Cucina Italiana a importanti aziende alimentari. È il caso di Barilla, primo player mondiale nella produzione di pasta, di Mutti e Rodolfi Mansueto, impegnate nella lavorazione dell’Oro Rosso parmense (il pomodoro da conserva), di Parmalat, colosso del settore lattiero-caseario, e del network di imprese riunite sotto il brand “Le Alici a Parma”, quindi Delicius Rizzoli, L’Isola D’Oro, Rizzoli Emanuelli e Zarotti.

Come afferma Federico Pizzarotti, Sindaco di Parma: «La presentazione degli eventi di Parma UNESCO Creative City of Gastronomy è una ulteriore conferma di come il metodo Parma sia vincente. Abbiamo consolidato la gestione e il ruolo della cabina di regia che unisce la realtà pubblica a quelle private in un unico obiettivo, quello di tutelare e valorizzare le nostre filiere. Il territorio, il mondo produttivo e turistico e l’aspetto culturale continuano a essere al centro del nostro lavoro: l’alleanza pubblico-privato consolidata in questi anni ha portato Parma a prestigiosi successi, come il riconoscimento UNESCO e la nomina a Capitale Italiana della Cultura 2020».

Un concetto condiviso dall’Assessore al Turismo del Comune di Parma Cristiano Casa, che aggiunge: «Forti dell’esperienza maturata nel 2018, abbiamo già definito tutte le manifestazioni per l’anno 2019: non solo, stiamo già impostando il lavoro per il prossimo anno. Abbiamo un calendario con numerose iniziative e appuntamenti di grande livello. Rappresenteremo l’identità di Parma con eventi realizzabili solo nella nostra città ma con un’apertura al confronto e alle contaminazioni con il mondo».

Share